HOMEGRUPPO DI LAVOROItaCa- IMPRONTA CARBONICAGEA.viteProgetto BiopassLe Aziende partnerNEWSPUBBLICAZIONIGALLERYCONTATTI
News            Aziende            Metodo            Un esempio            Indici riassuntivi             Riduzione delle emissioni            Pubblicazioni             Rassegna stampa           

L’impronta del nostro vino sul Pianeta

"Carbon footprint"

L'impronta ecologica è un metodo di misurazione che indica quanto territorio biologicamente produttivo viene utilizzato da un individuo, una famiglia, una città, una regione, un paese o dall'intera umanità per produrre le risorse che consuma e per assorbire i rifiuti che genera. Il metodo consente di attribuire, sulla base di dati statistici relativi ad ogni Paese, un'impronta ecologica di un certo numero di ettari globali pro capite come “necessità” di territorio biologicamente produttivo.

Analogamente, ma restringendo il campo a un parametro più tangibile, concreto e misurabile, l’impronta carbonica, che traduce l’anglofono “Carbon footprint”, è la misura dell'impatto delle nostre attività sull'ambiente, in particolare sul cambiamento climatico, a causa del rilascio di gas ad effetto serra.

Per eseguire questo computo si adotta un software di calcolo, chiamato sinteticamente “Calcolatore del Carbonio” (Carbon calculator), che permette di stimare la quantità di gas a effetto serra prodotta durante un processo industriale a causa di tutti i fattori produttivi, tra cui il consumo di energia necessaria per il processo produttivo in sé, per il riscaldamento o il raffreddamento, per il trasporto delle materie prime, per l’acquisto di materiali di consumo, e così via per ogni passaggio della filiera.

Va precisato che in Inglese il termine Carbon viene utilizzato come abbreviazione di carbon dioxide, ossia diossido di carbonio, più comunemente detta anidride carbonica; sarebbe quindi più corretto chiamare questo strumento “calcolatore delle emissioni di gas ad effetto serra” o, eventualmente “calcolatore per il bilancio dell’anidride carbonica”.


Ita.Ca.® - Italian Wine Carbon Calculator

Ita.Ca.® rappresenta l'unico calcolatore delle emissioni di gas a effetto serra per il settore vitivinicolo italiano. Esso nasce dal confronto tra lo Studio Agronomico Sata e WFA (Winemakers' Federation of Australia) che hanno collaborato per migliorare e adattare l'International Wine Carbon Calculator (IWCC)* alla realtà produttiva italiana.
È stata chiesta la supervisione scientifica della Facoltà di Agraria dell'Università degli Studi di Milano che ha inoltre garantito supporto nella ricerca di coefficienti d emissione aggiornati e specifici per ciascuna voce di calcolo. 
Dal 2011 Ita.Ca.® risulta inoltre conforme al nuovo Protocollo OIV per quanto concerne la modalità di reperimento e trattamento dei dati.
L’obiettivo principale di questo strumento è la conoscenza delle emissioni di GHG a livello di filiera come mezzo per ridurre l'impatto del processo di produzione sull'effetto serra e migliorare l'immagine aziendale; una Ditta che utilizza questo strumento può affermare di avere la consapevolezza delle proprie emissioni ed essere in grado di controllare il processo di produzione e gestire l'impatto ambientale.

* Che cos'è l'IWCC?
Rappresenta il primo International Wine Carbon Calculator (IWCC); prodotto nel 2007 nell'ambito di un progetto comune, per opera del Wine Institute of California, della New Zealand Winegrowers, dell’Integrated Production of Wine South Africa e della Winemakers’ Federation of Australia, costituisce un metodo ufficiale condiviso tra più Nazioni, libero e riconosciuto a livello mondiale dalla FIVS (Fédération Internationale des Vins et Spiritueux).


La certificazione ISO 14064

Ita.Ca.® risulta compatibile con la NORMA ISO 14064, norma internazionale relativa al controllo e alla verifica della rendicontazione e delle dichiarazioni riguardanti le emissioni di gas GHG a livello aziendale.
Le Aziende che utilizzano Ita.Ca.® possono quindi decidere di certificarsi secondo questa NORMA, anche se la decisione di effettuare o meno la certificazionei rimane a totale discrezione e scelta dell'Azienda.
Ita.Ca.®, basandosi su un protocollo già accreditato ed essendo strumento consolidato ed aggiornato grazie a numerose esperienze sul territorio nazionale, permette in realtà di disporre di un livello di garanzia superiore a quello richiesto dalla Norma.


Contattaci per chiedere informazioni riguardo alla procedura per richiedere la certificazione

 



La certificazione ISO 14067

Oggi Ita.Ca.® risulta compatibile anche con la NORMA ISO 14067, norma internazionale relativa al controllo e alla verifica della rendicontazione e delle dichiarazioni riguardanti le emissioni di gas GHG a livello di singolo prodotto. 
Questa tipologia di certificazione rappresenta un differente approccio con il massimo livello di approfondimento dell'indagine, valutando l'impronta carbonica di uno o piú prodotti aziendali.


Documento Descrizione

Partecipazione Internazionale


Sata è stato incaricato dal Mipaaf (Ministero delle Politiche Agricole e Forestali) di rappresentare l'italia nella specifica commissione internazionale ad hoc 'Bilancio del biossido di carbonio', in occasione della definizione del nuovo protocollo di calcolo dell'OIV.

Documento Descrizione

Riconoscimenti internazionali


All'interno del documento 'Itinéraires n°24- Comptabilisation des émissions de gaz à effet de serre : Application de la méthode Bilan Carbone® à la filière viti-vinicole' redatto dall'Institute français de la vigne et du vin, Ita.Ca® viene riconosciuto come unico calcolatore delle emissioni in ambito vitivinicolo esistente in Italia.

 
Powered by Magic CMS